<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://news.rsspump.com/" title="">news</a></div>

Acireale: 1-0 di rigore al Modica e terzo posto vicino

Di Davide Sirna

Oggi pomeriggio, allo stadio “Tupparello” si è giocato l’incontro Acireale - Modica, valido come recupero della 24^ giornata del campionato di Eccellenza, una partita che lo scorso 21 febbraio è stata sospesa prima del secondo tempo a causa dell’impraticabilità di campo dovuta al maltempo. La sfida vista in giornata odierna non è stata certo spettacolare; l’Acireale con il minimo sforzo ha ottenuto il massimo, superando per 1-0 un Modica penalizzato da un condizione fisica precaria a causa i pochi allenamenti sostenuti nelle ultime settimane. La rete decisiva è stata siglata al 53′ da Messina, abile a trasformare un calcio di rigore assegnato per un fallo su Parachì.

Grazie a questa vittoria, l’Acireale sale a quota 39 punti in classifica, a sole tre lunghezze dal terzo posto occupato da un Milazzo che nelle ultime settimane ha accusato una netta flessione sul piano dei risultati. Proprio il terzo posto a questo punto della stagione è vicino ed alla portata nonchè un obiettivo di grande importanza in ottica play off.

PRIMO TEMPO Sin dai primi minuti, l’Acireale cerca di imporre il proprio ritmo ed il proprio gioco contro un Modica che, complice la citata condizione fisica non ottimale, preferisce badare più ad una condotta di gara difensiva. I granata locali, già dopo circa un minuto, si rendono pericolosi con una conclusione di Parachì che impegna il portiere ospite. Come detto in precedenza, la partita è tutt’altro che spettacolare e vive di fiammate improvvise come al quarto d’ora, quando il centravanti modicano Okolie non inquadra lo specchio della porta da posizione defilata. L’Acireale continua a macinare gioco ed a differenza di altre occasioni, anche grazie ad un terreno di gioco in condizioni migliori rispetto alle scorse settimane, i granata mostrano una manovra ed un possesso di palla molto più fluidi senza dimenticare alcune interessanti sovrapposizioni sulle corsie esterne con Parachì e Sinatra, i quali mettono spesso in difficoltà la difesa avversaria con azioni in velocità. Tuttavia, la costante superiorità territoriale della squadra di mister Ricca, risulta sterile e poco incisiva dato che ai granata manca l’ultimo guizzo in fase di conclusione dell’azione offensiva. La partita risulta così scialba, ma la condizione di noia generale viene interrotta al 27′; su una delle sue tante scorribande sulla fascia destra, Sinatra mette in mezzo un bel pallone, su cui però Frittitta non riesce a deviare in rete. Il primo tempo si chiude con il Modica pericolosamente in avanti con Okolie; il numero uno ospite lanciato a rete, viene fermato da un tempestiva e provvidenziale uscita di Arcoria che gli strappa il pallone dai piedi.

SECONDO TEMPO La ripresa segue lo stesso copione del primo tempo, ma questa volta l’Acireale alla prima vera occasione passa in vantaggio; al 53′ Parachì viene steso fallosamente in area di rigore e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Messina, il quale con un tiro a mezz’altezza spedisce la sfera alla sinistra del portiere rimasto spiazzato. Per l’ex centrocampista del Siracusa si tratta del terzo gol stagionale su rigore con la maglia dell’Acireale. Ottenuto il vantaggio, contro un Modica in evidente calo fisico ed atletico, l’Acireale preferisce gestire con tranquillità la contesa e non affondare. I granata si limitano così ad amministrare con esperienza il vantaggio per il resto della partita. L’unico sussulto lo regala il neo entrato Barberi che all’89’ conclude una bella azione personale, spedendo il pallone sopra la traversa con un tiro da fuori area. Si chiude così la partita; un buon Acireale con delle chiare difficoltà negli ultimi sedici metri, con il minimo sforzo ottiene tre punti fondamentali nella lotta per il terzo posto. A partire da domani, i ragazzi di mister Ricca saranno chiamati a preparare la partita di domenica, quando i granata si recheranno in terra siracusana per affrontare il Rosolini penultimo in classifica, un’altra tappa fondamentale in un finale di stagione molto impegnativo.

TABELLINO

ACIREALE-MODICA 1-0 (0-0 AL PRIMO TEMPO)

ACIREALE (4-2-3-1): Arcoria, Di Nicolò, Maimone, Gatto, Cocuzza, Ricca C. (46′ Raneri), Nicolosi (57′ Truglio), Messina, Frittitta, Sinatra, Parachì (69′ Barberi). A disp: Linguaglossa, Amore, Bonnici, Scirè. All. Zanghì (Ricca S. squalificato).

MODICA (4-4-2): Cantone, Paolino, Ravalli, Rosi (75′ Paolino C.), Pianese, Lao, Nassi, Gatto, Orlando Conti (57’Sabellini), Iabichella, Okolie (46′ Adamo). A disp: Giannì, Di Pasquale, Bonomo. All. Sammito.

MARCATORE: 53′ Messina.

ARBITRO: Iannello di Messina. Assistenti: Palla e Raspanti, entrambi di Catania.

NOTE: ammoniti: Arcoria, Truglio (Aci). Paolino, Rosi, Adamo (Mod). Calci d’angolo: 5-2 per l’Acireale. Spettatori: circa trecento.


Commenta l'Articolo su Facebook

0 comments

Other articlesgo to homepage

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO(0)

Video Acireale Tra Suli e Mari Gruppo Pop Rock Siciliano Antetna – Acireale (in Siciliano Jaci o Jaci-Riali) è un comune Siciliano di circa 53.000 Abitanti, conosciuto il tutto il mondo sopratutto per il Carnevale (Il più bello di Sicilia), per l’arte barocca, per le terme e per i suoi borghi marinari Capo Mulini, Santa Maria

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione(0)

Martedì 2 agosto 2016, alle ore 10:30, presso la sala giunta del comune di Acireale (Palazzo del turismo), si terrà l’attesa conferenza stampa di presentazione della “Coriandolata”. Alla presentazione saranno presenti: il sindaco della città di Acireale, Ing. Roberto Barbagallo; il presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio; il direttore artistico della Fondazione Carnevale

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Lorenzo Jovanotti continua a far ballare raccontando le diversità di opinioni che caratterizzano l’oggi. A volte è più semplice andare incontro a ciò che si conosce piuttosto che sperimentare novità, condivisione, apertura, viaggio interiore. Poi, quasi inaspettatamente, possono sopraggiungere “Colpi di fulmine che fanno impazzire le persone” quando, in una vita abitudinaria arriva qualcosa che

Il lavoro rende liberi

Il lavoro rende liberi

Nessuno ne faccia una dramma. Quello che è accaduto ad Acireale non rappresenta una novità per la quale stupirsi e non ha il sapore dell’ultima disfatta morale prima di un’epocale rivoluzione culturale. Presumibilmente, come per la spassosa storia dei consiglieri comunali pagati per aver ammirato l’accoppiamento del pavone, tutto finirà nel dimenticatoio di una cittadina

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Terremoto giudiziario ad Acireale, il blitz della Polizia evidenzia un trend nazionale che non ha risparmiato neanche la città barocca dei cento campanili; l’assenteismo. Tutto è partito dalle svariate segnalazione di molti cittadini, lamentando l’assenza dei dipendenti pubblici dai loro posti di lavoro, creando di fatto un disservizio all’utenza non indifferente. Così parte l’indagine del

read more

Contacts and information

Contattaci per segnalare una notizia

Social networks

Most popular categories

© 2011 Magazine Online Reg.