<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://news.rsspump.com/" title="">news</a></div>

Acireale: le dichiarazioni di mister Ricca

Di Davide Sirna

Al termine della partita vinta per 1-0 contro il Modica, l’allenatore dell’Acireale Salvo Ricca ai microfoni dei giornalisti presenti, ha espresso le proprie impressioni. Sono stati diversi gli argomenti trattati nell’occasione:

Vittoria con il Modica: <<Devo dire la verità. Da una parte sono contento perchè abbiamo vinto, ma dall’altra parte dico che dobbiamo essere più bravi a chiudere le partite e dobbiamo sfruttare meglio le buone situazioni di gioco che abbiamo creato. Tuttavia, l’importante resta crederci fino alla fine perchè non abbiamo mai mollato; a questa squadra si può rimproverare tutto, ma non certo il fatto che non lottiamo fino alla fine. Dobbiamo essere più cattivi e determinati perchè in alcune situazioni dopo il nostro vantaggio, con azioni di contropiede, potevamo andare alla conclusione, ma non l’abbiamo fatto>>.

Terreno di gioco: <<E’ stata una partita strana perchè abbiamo sempre avuto in mano il pallino del gioco, però per noi resta un grosso problema giocare su questo campo; fin quando ci allenavamo qui riuscivamo ad adattarci, adesso che non possiamo nemmeno allenarci, è anche peggio. Su questo terreno il pallone ha dei rimbalzi strani, ma noi proviamo sempre a giocare e rispetto ad altre volte, dal punto di vista del gioco abbiamo fatto meglio, seppur ci è mancato l’ultimo passaggio. Sono comunque contento perchè abbiamo vinto e proseguiamo con fiducia il nostro campionato. Andiamo adesso a Rosolini sapendo di dovere vincere>>.

Squalifica: <<E’ stato pesante per me seguire le partite da fuori perchè queste sono situazioni paradossali. Mi hanno buttato fuori senza motivo a Castelbuono e poi per una mia stupidaggine, a Barcellona sono entrato in campo per festeggiare la vittoria; è paradossale perchè ho scontato la squalifica subita a Barcellona, mentre mi hanno tolto la squalifica subita contro la Castelbuonese>>.

Squadra: <<Al di là del fatto che comunque dobbiamo migliorare in alcuni aspetti, la squadra ed i miei ragazzi come sempre hanno dato il massimo facendo il loro lavoro al meglio, i tifosi come sempre ci hanno sostenuti facendo la loro parte, ma adesso però tocca a qualcun altro fare la propria parte e mantenere le promesse fatte. Parlo in generale; chi deve capire, capirà…. Dico che la squadra ha sempre dato il massimo dal primo giorno ad oggi, penso che io insieme al mio staff tecnico abbiamo sempre lavorato al massimo, ma qualcuno deve essere onesto con le persone che lavorano in questo staff perchè meritiamo onestà e trasparenza, non certo altre prese in giro. Non mi va di fare nomi o cognomi; chi deve capire, capirà… Noi ci prendiamo i meriti e le critiche, però ci mettiamo sempre la faccia nel bene o nel male. E’ giusto che siano tutti a metterci la faccia>>.

Gara a Rosolini: <<Il Rosolini è una squadra con l’acqua alla gola e sappiamo che là sarà una battaglia, però anche noi abbiamo i nostri problemi; non abbiamo un campo dove allenarci, andiamo in giro per il territorio per trovare un campo, ritorniamo qui al “Tupparello” e troviamo un campo a noi sconosciuto. Le difficoltà le abbiamo anche noi, magari però siamo bravi a nasconderle. Dal punto di vista del campo, a Rosolini c’è un sintetico e non dovremmo avere difficoltà. Speriamo di potere fare risultato>>.

Lotta Play off: <<Non possiamo fermarci e dobbiamo restare concentrati perchè sappiamo che con il proprio ruolino di marcia, lo Scordia può staccare la terza di dieci punti ed annullare i play off. Noi vogliamo arrivare ai play off e faremo di tutto per andarci. Proprio adesso non dobbiamo e non possiamo mollare perchè sarebbe un peccato non andare ai play off dopo i tanti sacrifici fatti. Per me andare ai play off, non significa solo partecipare, bensì è provare a vincerli perchè l’Acireale per storia e blasone, non può fare altro. Sappiamo che lo Scordia corre molto, ma noi dobbiamo fare altrettanto e da qui in poi le partite saranno delle finali. Ci aspettano cinque finali da vincere. Il nostro destino dipende solo da noi perchè se vinceremo tutte le partite, di certo i play off si giocheranno>>.


Commenta l'Articolo su Facebook

0 comments

Other articlesgo to homepage

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO(0)

Video Acireale Tra Suli e Mari Gruppo Pop Rock Siciliano Antetna – Acireale (in Siciliano Jaci o Jaci-Riali) è un comune Siciliano di circa 53.000 Abitanti, conosciuto il tutto il mondo sopratutto per il Carnevale (Il più bello di Sicilia), per l’arte barocca, per le terme e per i suoi borghi marinari Capo Mulini, Santa Maria

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione(0)

Martedì 2 agosto 2016, alle ore 10:30, presso la sala giunta del comune di Acireale (Palazzo del turismo), si terrà l’attesa conferenza stampa di presentazione della “Coriandolata”. Alla presentazione saranno presenti: il sindaco della città di Acireale, Ing. Roberto Barbagallo; il presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio; il direttore artistico della Fondazione Carnevale

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Lorenzo Jovanotti continua a far ballare raccontando le diversità di opinioni che caratterizzano l’oggi. A volte è più semplice andare incontro a ciò che si conosce piuttosto che sperimentare novità, condivisione, apertura, viaggio interiore. Poi, quasi inaspettatamente, possono sopraggiungere “Colpi di fulmine che fanno impazzire le persone” quando, in una vita abitudinaria arriva qualcosa che

Il lavoro rende liberi

Il lavoro rende liberi

Nessuno ne faccia una dramma. Quello che è accaduto ad Acireale non rappresenta una novità per la quale stupirsi e non ha il sapore dell’ultima disfatta morale prima di un’epocale rivoluzione culturale. Presumibilmente, come per la spassosa storia dei consiglieri comunali pagati per aver ammirato l’accoppiamento del pavone, tutto finirà nel dimenticatoio di una cittadina

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Terremoto giudiziario ad Acireale, il blitz della Polizia evidenzia un trend nazionale che non ha risparmiato neanche la città barocca dei cento campanili; l’assenteismo. Tutto è partito dalle svariate segnalazione di molti cittadini, lamentando l’assenza dei dipendenti pubblici dai loro posti di lavoro, creando di fatto un disservizio all’utenza non indifferente. Così parte l’indagine del

read more

Contacts and information

Contattaci per segnalare una notizia

Social networks

Most popular categories

© 2011 Magazine Online Reg.