<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://news.rsspump.com/" title="">news</a></div>

Acireale – San Sebastiano – Santi, martiri ed eroi

Acireale – Il tempo astronomico solare, con il quale scandiamo la nostra vita, basandoci sulla struttura dell’anno cesareo e gregoriano, si apre per tutti i cristiani con la celebrazione dell’Epifania di Nostro Signore Gesù Cristo e rappresenta l’ingresso ufficiale di Gesù Uomo e Dio nella vita dell’umanità.

È un evento fondamentale che segna ed insegna agli uomini il cammino giusto della vita terrena sul piano temporale e su quello spirituale.

Le coordinate sulle quali si muove il percorso sono lo spazio ed il tempo ed indicano precisi riferimenti dimensionali entro i quali l’essere umano può esplicare in modo armonioso la natura perfettibile di creatura.

Superando le fatiche, le prove, le sofferenze quotidiane si può ascendere verso l’eternità, seguendo le orme del Cristo che viene manifestato come partecipe dell’umanità nella sua prima ufficiale epifania.

La radice etimologica greca del termine esprime pienamente il significato dell’evento straordinario, la presenza di Dio fatto uomo, in mezzo agli uomini tutti.

Tre sono i momenti dell’Epifania di Cristo: il riconoscimento dei Magi, il Battesimo nel Giordano, il miracolo delle nozze di Cana.

Le sovrapposizioni profane che caratterizzano nei tempi attuali la giornata dell’Epifania (l’arrivo della Befana, i regali, i dolci ed il carbone per misurare la bontà e la cattiveria dei bambini) ci allontanano dalle riflessioni sul significato della festività e sui doni simbolici recati dai Magi al Re dei Re: oro, incenso e mirra, cioè la potenza regale, la spiritualità, il profumo terreno da diffondere attorno a sé contro la corruzione.

Tuttavia pur non potendo ritrovare i tempi corretti di una successione cronologica, ne intuiamo il significato profondo.

L’uomo per vivere ha bisogno di un forte sostegno che accompagna il suo miglioramento ed egli lo richiede a Dio, ma anche ai Santi protettori che, da uomini, hanno sperimentato il dolore, la rinuncia, l’eroismo lungo il cammino della perfettibilità.

La città di Acireale, dopo il 6 Gennaio, Epifania di Nostro Signore, celebra in modo solenne le Epifanie dei suoi Santi patroni Venera, principale e Sebastiano compatrono.

L’identità dei due Santi ed il loro coinvolgimento sia reale che simbolico, con la storia della città, si è venuto consolidando nei secoli, procedendo per vicende territoriali in un certo senso separate, ma sempre complementari. Secondo quest’ottica tratteremo di ambedue.

Il primo ad essere festeggiato in ordine di tempo è il compatrono San Sebastiano, il 20 Gennaio, mentre a Santa Venera, Patrona, sono dedicati due spazi festivi: il 26 luglio estivo, il 14 novembre autunnale.

Pinella Musmeci


Commenta l'Articolo su Facebook

0 comments

Other articlesgo to homepage

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO

Acireale – Tra suli e Mari #VIDEO(0)

Video Acireale Tra Suli e Mari Gruppo Pop Rock Siciliano Antetna – Acireale (in Siciliano Jaci o Jaci-Riali) è un comune Siciliano di circa 53.000 Abitanti, conosciuto il tutto il mondo sopratutto per il Carnevale (Il più bello di Sicilia), per l’arte barocca, per le terme e per i suoi borghi marinari Capo Mulini, Santa Maria

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione

#coriandolata2016 – Il 2 agosto la presentazione(0)

Martedì 2 agosto 2016, alle ore 10:30, presso la sala giunta del comune di Acireale (Palazzo del turismo), si terrà l’attesa conferenza stampa di presentazione della “Coriandolata”. Alla presentazione saranno presenti: il sindaco della città di Acireale, Ing. Roberto Barbagallo; il presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio; il direttore artistico della Fondazione Carnevale

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Musica – Lorenzo Jovanotti – E non hai visto ancora niente

Lorenzo Jovanotti continua a far ballare raccontando le diversità di opinioni che caratterizzano l’oggi. A volte è più semplice andare incontro a ciò che si conosce piuttosto che sperimentare novità, condivisione, apertura, viaggio interiore. Poi, quasi inaspettatamente, possono sopraggiungere “Colpi di fulmine che fanno impazzire le persone” quando, in una vita abitudinaria arriva qualcosa che

Il lavoro rende liberi

Il lavoro rende liberi

Nessuno ne faccia una dramma. Quello che è accaduto ad Acireale non rappresenta una novità per la quale stupirsi e non ha il sapore dell’ultima disfatta morale prima di un’epocale rivoluzione culturale. Presumibilmente, come per la spassosa storia dei consiglieri comunali pagati per aver ammirato l’accoppiamento del pavone, tutto finirà nel dimenticatoio di una cittadina

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Acireale | Smascherati i “furbeti del cartellino” – Ecco i nomi

Terremoto giudiziario ad Acireale, il blitz della Polizia evidenzia un trend nazionale che non ha risparmiato neanche la città barocca dei cento campanili; l’assenteismo. Tutto è partito dalle svariate segnalazione di molti cittadini, lamentando l’assenza dei dipendenti pubblici dai loro posti di lavoro, creando di fatto un disservizio all’utenza non indifferente. Così parte l’indagine del

read more

Contacts and information

Contattaci per segnalare una notizia

Social networks

Most popular categories

© 2011 Magazine Online Reg.